Il peso del nulla

Quanto pesa il tempo… come si può afferrare la vera consistenza e, insieme, l’ inconsistenza degli attimi che passano e che rimangono sospesi senza riuscire a distinguere gli uni dagli altri. 

Ed infine,  lasciare che i gorghi di una dimensione scontata e misteriosa ci afferrino per i piedi e ci portino giù fino ad impadronirsi di noi. 

Immergersi nel tempo fino a sentire che diventa esperienza. L’ unica vera, inconsistente e mendace, falsa e bugiarda verità che ci scorre sulla pelle, ci cambia incessantemente lasciandoci quello che eravamo. Quello che siamo. 

È solo nel tempo che siamo senza essere e diveniamo senza cambiare. 

Tutto è vero e falso nello stesso istante,  mentre il tempo ci osserva beffardo agitarci nel nostro rincorrerlo. 

Fermarsi finalmente e sentire che è proprio li, nel nulla di un attimo sospeso che riusciamo ad esistere. 

Un’ alba che spunta, una tempesta che infuria, una stella che muore, il tempo di un bacio. 

E nulla di più. 

Vita. Solo vita da vivere. Singhiozzando o trattenendo il respiro. Luce negli occhi. 

Amore che lega l’ inizio e la fine di un nulla che distingue l’ essere e lo scomparire. 

Il paradosso che rende stare ed andare niente niente più di un nulla. 

Elucubrazioni che pesano una piuma. 

Attimi come gocce cadute. 

Annunci

5 pensieri su “Il peso del nulla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...