Stagioni

Si, lo so, ancora papaveri… ma non ci posso fare nulla: è la loro stagione. I papaveri non fioriscono d’inverno, la loro stagione è maggio e giugno poi, per gli altri dieci mesi, sonnecchiano nella terra.

Ma in questi due mesi sono da contemplare ogni giorno ed ogni minuto fino a farne un’ abbuffata perché cambiano sempre: oggi il rosso è di un tono diverso da quello che era ieri sotto la pioggia, le trasparenze sono più accennate perché il sole filtra attraverso i petali e li incendia di scintille di fuoco.

Come per le ciliegie posso goderne solo in questo tempo ed allora lo faccio a piene mani, tenendo in serbo il “desiderio” per gli altri mesi.

Rifletto e penso… miseri noi che, oggi, abbiamo perso la bellezza ed il gusto della “stagionalità”, dell’ accettare il tempo giusto per ogni cosa e della celebrazione del tempo come momento di vita che va e viene scorrendo e giocando con gli eterni ritorni.

E lo abbiamo barattato con l’ avere sempre tutto che svilisce ogni cosa, ogni desiderio, ogni gioia.

PicsArt_1463382052366PicsArt_1463382163311

 

Annunci

4 pensieri su “Stagioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...